Le nostre iniziative
hanno ottenuto il patrocinio di:

Ri-generazione

“Calla Lilly”

Fotografia di Lachlan Smith.

»

"ALLA SCOPERTA DELLE ECCELLENZE ITALIANE"

anno scolastico 2011-2012

Progetto didattico di sperimentazione che la nostra Associazione ha sviluppato con alcune classi di Liceo del Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II di Roma (in particolare due classi del Liceo Classico Europeo e una classe del Liceo Scientifico Internazionale con opzione Lingua Cinese).

Il Progetto è motivato dalla constatazione della carenza in Italia di una piena e diffusa consapevolezza dei nostri punti di forza materiali e immateriali, con conseguenze di inadeguatezza sul piano della gestione dei medesimi, grave soprattutto in rapporto all’alta competitività del contesto globale.

Questo è tanto più serio per i giovani, che hanno l’esigenza di  sviluppare ragioni  di fiducia  nel proprio futuro e che devono poter trovare nella scuola l’incoraggiamento a costruirsi  le strade più vicine alle proprie vocazioni personali, giovandosi anche dei tanti esempi positivi di cui - a ben guardare -  la  tradizione e la storia del nostro Paese  è ricchissima.

Chiediamo a voi GIOVANI di comprendere i punti di forza di cui voi stessi e la vostra comunità siete dotati e saper dare ad essi nuova linfa è importante per la vostra realizzazione personale e per quella collettiva. Vogliamo perciò aprire un dialogo su questi temi sia sul sito che attraverso iniziative concrete nelle scuole e nelle università, formando una comunità (virtuale e non solo) cui vi invitiamo a far parte. Partecipano al nostro team anche giovani dai 17 ai 25 anni, che credono in questo progetto e terranno le fila del discorso.

 

Inviate a rigenerazioneeccellenze@gmail.com una mail, questo è il percorso che vi proponiamo:

  1. Indicate quali sono i punti di forza dell’Italia secondo la vostra percezione;

  2. Provate ad individuare quali e quanti di questi punti di forza ritrovate in voi stessi;

  3. Segnalate 5 elementi (persone, comportamenti e/o cose) che vedete nella vostra vita quotidiana e che secondo voi possono essere definiti “eccellenti” (questo serve ad allenarsi a cercare il meglio tra le erbacce);

  4. Provate ad elencare quali sono secondo voi le “erbacce” che soffocano il nostro campo di fiori

  5. Provate a raccontare che cosa, oggi, secondo voi, l’Italia può offrire al mondo;

  6. Provate a raccontatore anche che cosa voi come persona potete offrire all’Italia e al mondo.

 

 

Si tratta di contribuire alla costruzione di una rinnovata percezione del Paese da parte dei giovani, fornendo materiali di ricerca – spesso inediti – sulle innumerevoli eccellenze italiane, frutto di quel flusso di ingegno e creatività che dal passato si affaccia a caratterizzare il presente e a lambire il futuro.

Il Progetto intende contribuire a coltivare un percorso di radicamento dei giovani nella propria cultura anche  nell’ambito della prospettiva interculturale che si apre nelle nostre scuole: non si può avere scambio  né interazione se si prescinde da una consapevolezza del passato e del presente del proprio Paese.

 

FINALITA' DEL PROGETTO

Il progetto si propone in forma sperimentale come percorso di formazione dei docenti e disseminazione dei contenuti tra gli alunni, attraverso sviluppi pluridisciplinari di tematiche che permettano l’individuazione e l’approfondimento di esperienze di eccellenza italiane nei vari ambiti.

Il progetto si propone quindi di:

  • Favorire la più ampia conoscenza e diffusione delle eccellenze che l’Italia ha prodotto e produce nei vari campi
  • Supplire alla carenza di una piena e diffusa consapevolezza in Italia dei punti di forza che il nostro Paese possiede, sia materiali che immateriali, soprattutto in rapporto all’alta competitività del contesto globale.
  • Sollecitare le scuole a percorrere itinerari didattici pluridisciplinari che favoriscano la conoscenza e l’approfondimento delle “eccellenze italiane nei vari ambiti.
  • Sensibilizzare al tema e supportare i Docenti
  • Sviluppare nei giovani ragioni  di fiducia  nel proprio futuro e nelle proprie potenzialità.contribuire alla costruzione di una rinnovata percezione del Paese da parte dei giovani, fornendo materiali di ricerca – spesso inediti – sulle innumerevoli eccellenze italiane, frutto di quel flusso di ingegno e creatività che dal passato si affaccia a caratterizzare il presente e a lambire il futuro.

 

METODOLOGIA DI SVILUPPO

Poiché il Convitto Nazionale “Vittorio Emanuele II” è già impegnato nella valorizzazione delle eccellenze emergenti tra gli studenti, risulta particolarmente coerente e significativo un  Progetto che  fornisca agli studenti e ai loro Docenti tutti quegli strumenti di informazione ed elaborazione  in grado di  far emergere il retroterra di eccellenze in cui la loro personale eccellenza si colloca.

Per quanto riguarda il Liceo con opzione in lingua cinese il Progetto prevede specifici approfondimenti (ad es. sul tema delle affinità e dei percorsi paralleli  scientifico-culturali  e tecnologici  degli Italiani e dai Cinesi; storie emblematiche come quella dell’orologio introdotto in Cina da Matteo Ricci; caratteristiche dell’attuale presenza delle eccellenze italiane in Cina ecc.).

I Docenti coinvolti parteciperanno agli incontri formativi, programmatici e metodologici nella prima fase; successivamente svilupperanno con gli alunni i laboratori di lavoro per la produzione dei materiali.

L’Associazione Culturale Eccellenze Italiane, forte della propria consolidata esperienza in materia, fornirà:

assistenza alla programmazione didattica e formazione iniziale docenti

  • definizione obiettivi, criteri e strumenti di valutazione a fine sperimentazione
  • fornitura di materiale didattico anche multimediale
  • eventuale compresenza alle lezioni in relazione a programmazione ed esigenze docenti
  • organizzazione eventuale presenza di esperti
  • organizzazione visite  dedicate a  sviluppare singoli temi
  • consulenza e assistenza per gli elaborati da produrre con gli studenti
  • sportello-assistenza per ogni esigenza didattica

Didattica:

  • lezioni frontali
  • Assistenza e tutoraggio ai docenti
  • Eventuali visite didattiche in località specifiche per il percorso formativo
  • Produzione di elaborati complessi 8video, diario tematico, ecc.)